Vittoria del sogno sulla realtà nel film di Visconti tratto da Dostojewskji

AL FESTIVAL CINEMATOGRAFICO DI VENEZIA Le notti bianche pur con qualche interpolazione non del tutto felice hanno conservato sullo schermo tutto il fascino sottile del racconto e hanno avuto pieno successo Venezia 6 settembre 1957, notte Il secondo dei due film che rappresentano l'Italia alla mostra del Lido, Le notti bianche, di Luchino Visconti, ha … Leggi tutto Vittoria del sogno sulla realtà nel film di Visconti tratto da Dostojewskji

Stalin sconfitto ad Acitrezza

Visconti, che anni fa sostenne, se ricordiamo bene, in un articolo sulla rivista Cinema, la sua predilezione per un « cinema antropomorfico », nella Terra trema ha pensato innanzi tutto agli uomini senza concedersi inutile preziose divagazioni sul paesaggio.

Un tram chiamato Desiderio

Nella seconda opera messa in scena al teatro Nuovo di Milano bisogna invece ben distinguere tra regia e testo. Un tram che si chiama Desiderio di Tennessee Williams è arrivato alle ovazioni della platea soltanto per la genialità di chi l'ha diretto.

Il gioco e la candela

Questa volta, in verità, non è a Visconti che va il merito dell'ammirevole spettacolo e dell'ammirevole recitazione; ma a Gerardo Guerrieri, non ostante fosse facile riconoscere nell'insieme, il suo gusto di supervisore.